Vedi bene, Vivi bene!

La vista è recuperabile?

Già a partire dal 1920 William Bates, un oftalmologo di New York, sperimentò con successo la possibilità di far recuperare la vista con una speciale ginnastica oculare.
In seguito altri studiosi ampliarono il percorso: Huxley e Brofman ad esempio. Anche Franco Bianchi ha dato il suo contributo a questo studio.

La vista è una metafora di come vediamo la vita e riflette, quindi, le tensioni nella tua vita: riconquistare una buona visione significa ritornare in equilibrio dentro di sé, tornare ad esprimersi per quello che sei. Ecco perché “Vedi bene - Vivi bene” considera l'individuo da svariati punti di vista: fisico, mentale, emozionale, spirituale e sistemico.

Nel fisico apprenderemo come i muscoli oculari influenzano la visione e impareremo a rilassarli, nel mentale lavoreremo con le credenze che ci appartengono per modificarle a nostro favore; la sfera emozionale ci permetterà di collegare sintomi visivi con precisi stati emozionali per poterli allontanare; la sfera spirituale ci permetterà di collegare sintomi con il karma per poterlo integrare. Infine potremo collegare alcuni disagi visivi con il sistema famiglia così da poterli affrontare e risolvere.

Più nel dettaglio:

Da un punto di vista fisico... faremo esercizi di rilassamento oculare che ci permettono di recuperare l'elasticità dei nostri muscoli oculari, così che l'occhio possa ritornare a funzionare naturalmente.

Da un punto di vista mentale... partiamo dalla base che nel nostro cervello ci sono una grande quantità di programmi, di credenze che sono state inserite già dall'età infantile e quindi andremo a riprogrammare tutti quegli aspetti che sono un freno al recupero visivo. La nostra mente funziona come un computer: il risultato dipende dal programma. Per poter recuperare vista occorre pensare che ciò sia possibile.

Da un punto di vista emozionale...
vedremo quali sono i diversi tipi di personalità associati ad ogni disfunzione visiva e ci renderemo conto che modificando la percezione della nostra realtà potremo ridurre le diottrie o fare a meno di occhiali o lenti a contatto, a prescindere dal sintomo visivo. Scopriremo quali sono le personalità del miope, di chi ha il glaucoma, strabismo, daltonismo…

Da un punto di vista spirituale… osserveremo gli aspetti Karmici che possono influire sui sintomi visivi, consci del fatto che siamo in questa esperienza terrena per affrontare queste tematiche.

Da un punto di vista sistemico…. verificheremo se ci sono relazioni parentali che possono aver messo in moto tensioni e che, pertanto, possono rappresentare un punto nodale del processo di guarigione. Affrontare anche questi aspetti diventa indispensabile per il recupero visivo.

Alcuni esempi “sintetici” di personalità associate a sintomi.

Il miope
vede bene da vicino e sfuoca il mondo lontano. Lo stato emozionale del miope è la pre-occupazione, o paura legate al futuro. Ecco perchè si diventa miopi in età infantile, quando la personalità non è ancora formata appieno. Il miope si chiude dentro di sé al riparo da un mondo che fa paura.

Il presbite mette a fuoco oggetti lontani, tenendo la sua attenzione lontano da sé. La presbiopia appare quando nella nostra vita iniziamo a fare un bilancio della nostra vita e vediamo il futuro con una sensazione di mancanza di opportunità: ci sentiamo in, qualche modo, “vecchi”. La nostra testa è rivolta al passato che viene percepito con rabbia e sensi di colpa. Ecco perchè la presbiopia è considerata la malattia dell'età avanzata.

Convergencia millorant

Migliorando la convergenza

Cosa impariamo nel seminario:

−  A migliorare o guarire la vista e la capacità visiva
−  A considerare la patologie oculari come dei messaggi, e ad interpretarli per andare oltre
− Ad imparare tecniche di rilassamento in generale e gli esercizi di Hata Yoga per il
rilassamento dei muscoli oculari in particolare

− A notare tutti quei programmi e credenze non utili per noi e a imparare a come
riprogrammarli per vedere meglio dentro di noi

−  A vedere l'essere umano e la vita da altri punti di vista, sperimentandoci come esseri di
Energia

−  A sentirci più liberi
−  A verificare come la vista sia una metafora di come vediamo la vita

Durata, orari e prezzo:

Il corso si svolge in un week-end, dal sabato mattina alla domenica sera.
Gli orari: dalle ore 9.30 alle 19,30.
PREZZO : 300€

Esiste anche un CD con esercizi di rilassamento e di hata yoga per gli occhi. Contiene 2 meditazioni, con la voce di Franco Bianchi. Questo CD è utile anche per chi non ha frequentato il seminario.

Il corso è accreditato con codice CS-01414 dell’elenco nazionale S.I.A.F. per il rilascio di n° 40 Crediti Formativi ECP, validi per i professionisti certificati nei registri di: Operatore Olistico.

Shares
Categoria:

Not Found

Spiacente, ma non sono stati trovati risultati per l'archivio richiesto. Forse la ricerca aiuterà a trovare un post correlato.

Shares